Ricordi e Pensieri dell’Altede

Ricordi e Pensieri dell’Altede

Questo libro lo dedico alla mia famiglia, al mio Amore, ai miei parenti, ai miei amici e a tutte quelle persone che ho incontrato in questi 40 anni, scusandomi con chi non ho citato in un pensiero o ricordo, ma sono ugualmente importanti per me. Come Nadia, Rosario e Stefania, amici coi quali ho passato indimenticabili momenti, oppure Fabio, Franco e Giampiero, per la grande stima dimostrata nel sostenermi a più non posso durante la campagna elettorale a cui ho partecipato nel 2016, e, per ultimo, una dedica a chi da lassù mi starà guardando e per me è stato una persona fondamentale nella mia carriera professionale: ciao UDO!
Info
ISBN :
Pagine :
Anno :
9788868321437
78 Colori
2018
Collana :
Formato :
Labirinti
Brossura 15x21
ISBN :
9788868321437
Pagine :
78 Colori
Anno :
2018
Collana :
Labirinti
Formato :
Brossura 15x21
Autore
Matteo Magnani

Matteo Magnani nasce il 16 aprile 1978 a Porretta Terme (BO).Vive da oltre 10 anni nella piccola borgata dell’Altede, nei pressi di Casa Forlai, in mezzo ai boschi e al verde del comune di Alto Reno Terme. Diplomato nel 1997 come perito meccanico, frequenta per 2 anni il corso di Ing. Gestionale presso l’Università di Bologna. Nel 2000 viene assunto come operaio presso la ditta Metalcastello. Nel 2002 va a lavorare presso la Saeco come impiegato in Ufficio Tecnico. Nel 2010 passa alla Caffitaly System, sempre come impiegato in Ufficio Tecnico, dove attualmente lavora. Nel marzo 2009 subisce un delicato intervento al cuore per la sostituzione di una valvola. Questa esperienza lo farà rinascere fisicamente e mentalmente lo renderà più forte.Nel 2000 corona il suo sogno di una vita, ovvero di allenare i ragazzi a calcio nel settore giovanile; lui che ha sempre preferito studiare il gioco del calcio anziché praticarlo. Per 10 anni allena ragazzi nelle varie società dell’Alto Reno. Poi decide di smettere perché non si ritroverà più nel calcio moderno, dove si esaspera fin dai primi anni la competizione, dimenticandosi di far divertire e sorriderei bambini durante ogni allenamento, come invece il “Mitico ”Renato Villa e Roberto Russo, suoi primi maestri, gli hanno insegnato. Nell’estate del 2008, per salvare il campo da calcio della Pro Loco le Dogane, non utilizzato da anni, organizza ad agosto il Torneo di calcio BOSCHI. Nel 2010 diventa “Memorial Silvio Brunetti”, persona che rese famoso questo torneo negli anni ’70 e ’80. Ogni anno sarà un successo di pubblico e partecipanti, senza mai dimenticare chi meno fortunato attraverso le lotterie di beneficenza. Nell’agosto del 2015 lascia l’organizzazione del Torneo.Torneo che ancora oggi, ogni anno a cavallo di ferragosto,richiama molta gente.Nel 2016, in seguito alla fusione dei comuni di Granaglione e Porretta Terme nel nuovo comune di Alto Reno Terme, scende in campo politico come cittadino indipendente candidandosi come consigliere comunale a sostegno della lista “PROGETTO ALTORENO - NANNI SINDACO”. Ottiene 80 preferenze, non sufficienti per essere eletto consigliere comunale. Successivamente, nel febbraio 2017, viene nominato consigliere per il Municipio di Granaglione.

Correlati
DOVE VANNO A DORMIRE LE FARFALLE
Bruno Lorenzini
Pensieri Scalzi
Alessandra Uguccioni
Il sussurro del fico
Carmelina Giannotti
L’istrice del Randaragna
Paolo Brunetti
Il punto di svolta
Elena Pirrera
Pazzesco! C’è un batterista in sala?
Enzo Vallicelli
Chiara Sambi
Con la testa in cielo e i piedi per terra
Torna su